Anticorpi anti INSULINA

Gli anticorpi anti-insulina possono insorgere: a) spontaneamente come autoanticorpi (IAA) nell’ ambito del processo di autoimmunità responsabile del diabete di tipo 1. In tale contesto, gli IAA, al pari degli ICA, anti-GAD ed anti-IA2, assumono il valore di marcatori immunosierologici del diabete di tipo 1 e trovano applicazione clinica nella diagnosi e nella predizione di questa malattia; b) sempre spontaneamente, ma al di fuori di processi di autoimmunità legati al diabete di tipo 1, associati a sindromi ipoglicemiche. In tali condizioni morbose, note anche come sindrome di Hirata e segnalate principalmente in Giappone ed estremamente rare nelle nostre popolazioni, gli anticorpi anti-insulina agiscono come effettori patogenetici, attraverso un meccanismo dinamico di legame e rilascio dell’ insulina circolante. In queste sindromi il riscontro degli anticorpi anti-insulina ha valore diagnostico. c) come risposta al trattamento insulinico in pazienti diabetici di qualunque tipo. Benché l’introduzione nella pratica clinica dell’ insulina umana di origine ricombinante abbia drasticamente ridimensionato il problema della induzione degli anticorpi anti-insulina che trovava nella diversa struttura primaria delle insuline animali il principale fattore determinante, anticorpi anti-insulina sono in realtà indotti anche dall’ impiego della stessa insulina umana. La ragione risiede probabilmente nella alterata configurazione spaziale che la molecola assume nel deposito sottocutaneo dell’ insulina iniettata. Nella grande maggioranza dei casi gli anticorpi indotti dal trattamento insulinico compaiono a basso livello e non rivestono fondamentale significato clinico. Vi sono tuttavia eccezioni in cui moderati livelli di anticorpi possono contribuire all’instabilità metabolica nel diabete o elevati livelli possono essere responsabili di insulino- resistenza.

Settore

Biochimica clinica ed immunologia

Metodica

Radioimmunologico

Materiale biologico

Siero

Raccolta

Prelievo venoso

Colore provetta

Giallo

Modalità di trasporto

Si consiglia di centrifugare il campione e di inviare solo il siero; se non è possibile inviarlo in giornata, conservarlo a +2-8°C fino a tre-quattro giorni. Per periodi più lunghi, congelare a -20°C. Il trasporto può avvenire a temperatura ambiente, ma se nella stagione estiva è consigliato un trasporto a temperatura controllata (+2-8°C).

Tempi d’elaborazione

11 giorni lavorativi

Valori di base

Anticorpi anti INSULINA (U/mL)
0 – 10

Unità di misura

U/mL

Cita l'articolo
Gruppo Guarino . Anticorpi anti INSULINA [Internet]. 2020 Mag [cited 2022 Dec 7]. Available from: https://www.guarinolab.it/esami/anticorpi-anti-insulina/